Impianti idronici

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su Impianti idronici.

Gli ultimi articoli e news su Impianti idronici

Hoval

Hoval Belaria eco. La pompa di calore per ogni tipo di impianto

La pompa di calore aria/acqua di ultima generazione con refrigerante ecologico R32, monoblocco con collegamento idronico tra unità esterna e unità interna, riscalda, raffresca e produce acqua calda sanitaria con la massima efficienza. È ideale nelle case monofamiliari e bifamiliari, sia per nuove costruzioni che per ristrutturazioni di impianti esistenti.

Lovato

Nuovo BOMBER 50C, un mini accumulo inerziale ultrapiatto e polivalente

Nelle installazioni sempre più numerose di impianti ibridi o con l'impiego della sola pompa di calore aria-acqua (Full Electric) diventa sempre più rilevante la presenza di un accumulo tecnico o puffer per immagazzinare e distribuire l'energia termica prodotta dai generatori, mantenere i rendimenti costanti e massimizzare l'efficienza di intervento delle pompe di calore, in particolar modo durante il funzionamento estivo con split o fancoils idronici.

Aermec

CPS: la soluzione innovativa per gli impianti idronici a più livelli di temperatura

AERMEC, sempre al passo con i tempi, presenta CPS, la nuova soluzione che rivoluziona il modo di realizzare le centrali termo-frigorifere e che risponde a queste nuove richieste del mercato. Le nuove unità della serie CPS raffrescano, riscaldano a diversi livelli di temperatura e producono acqua calda sanitaria con unità unica ad levata efficienza per applicazioni alberghiere, residenziali, industriali e del terziario.

Viessmann

Riscaldamento serre agricole ad alta efficienza

L'impianto di riscaldamento è un elemento cruciale nel settore florovivaistico: garantisce, infatti, le condizioni favorevoli all'accrescimento delle piante. Le possibilità sono diverse, ecco cosa bisogna valutare. Le serre agricole possono essere considerate imprese energivore. Per mantenere condizioni termiche favorevoli al buon accrescimento delle piante, infatti, devono far funzionare gli impianti termici per un alto numero di ore durante l'anno. Gli elementi a cui prestare attenzione per la corretta gestione di una serra agricola sono di due tipologie: - Strutturali: strutture portanti; materiali di copertura; strutture di fissaggio dei materiali di copertura; elementi di apertura per la ventilazione a parete e a soffitto. - Tecnologici e impiantistici: sistema di riscaldamento; controllo della temperatura; controllo dell'umidità relativa; illuminazione; concentrazione di CO? regolazione ventilazione interna. Sintetizzando, si può affermare che per aumentare la sostenibilità delle produzioni e abbassare i costi energetici, le serre devono prima di tutto sfruttare nel modo migliore l'apporto della luce e del calore de sole, garantendo la necessaria areazione soprattutto nei mesi caldi. Questo aspetto viene curato grazie a un'attenta progettazione della struttura. A questo deve affiancarsi un sistema di riscaldamento efficiente, preferibilmente basato anche su fonti rinnovabili, unito a soluzioni di monitoraggio del microclima in grado di mantenere condizioni favorevoli costanti. Riscaldamento serre agricole: cosa sapere per scegliere un impianto ad alta efficienza A caratterizzare l'impianto di riscaldamento di una serra agricola sono tre componenti: il generatore di calore, il sistema di distribuzione ed erogazione del calore e la termoregolazione. La scelta del tipo di impianto da adottare è molto importante in funzione della coltura presente all'interno della serra (per sapere di più sul riscaldamento delle serre leggi la nostra "Guida all'efficienza energetica nelle serre e vivai"). Nel caso di colture meno delicate può essere sufficiente installare un generatore ad aria calda, la cui funzione principale è quella di antigelo. Si tratta di una scelta meno onerosa in fase di installazione, tuttavia sia il rendimento che l'efficacia della distribuzione del calore sono inferiori rispetto a sistemi più evoluti, di tipo idronico o misti aria-acqua. Esistono, inoltre, impianti che combinano due sistemi di distribuzione del calore (aria più riscaldamento basale dei bancali o del pavimento), che garantiscono una temperatura più uniforme, senza fare subire alle piante sbalzi termici, indicati per colture più "delicate". Un fattore fondamentale da valutare nella scelta del generatore di calore è il combustibile da utilizzare. Nelle aree servite dalla rete del gas metano si può optare per un riscaldamento basato su caldaie a condensazione moderne ed efficienti, mentre in caso di mancanza di allacciamento alla rete gas, una scelta conveniente ed ecosostenibile è rappresentata dalle caldaie a biomassa, in grado di utilizzare materia prima di filiera corta compresi stralci e potature. La caldaie a biomassa sono consigliabili anche per funzionare in affiancamento ad altri generatori, come mostriamo più avanti. Viessmann offre una gamma di caldaie a biomassa indicate per tutto il settore florovivaistico e per quello agricolo (per sapere di più leggi "La nuova offerta flessibile di caldaie a biomassa Viessmann"

Belimo

La nuova generazione di valvole a farfalla e attuatori progettati specificatamente per il mercato HVAC

Nel settore HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria) le valvole a farfalla sono componenti fondamentali di quasi tutti gli impianti idronici. La maggior parte delle valvole a farfalla disponibili sul mercato sono però tutt'altro che un prodotto ideale per queste applicazioni: trafilano, i loro tempi di esercizio non sono ottimizzati per le applicazioni HVAC, sono troppo ingombranti e pesanti per semplici installazioni e non possono essere messe in opera velocemente. La nuova generazione di valvole a farfalla a 2 e 3-vie ed attuatori Belimo fa però eccezione, la loro tecnologia è progettata appositamente per il settore HVAC e risponde al 100% ai requisiti delle diverse applicazioni.

Mouser
massimo vizzotto

Una pompa di calore diversa, con un cuore idronico

AQUACORE è la pompa di calore aria-acqua progettata per l'installazione interna che può fornire il controllo del clima a diverse zone senza condotti dell'aria o linee di refrigerante, ma solo tramite una rete idraulica. UNA POMPA DI CALORE DIVERSA, PER INSTALLAZIONI UNICHE La pompa di calore full inverter AQUACORE, prodotta da HITECSA COOL AIR e fornita in esclusiva per l'Italia da gruppo ATR Castelfranco Veneto Tv, è dotata di compressore inverter, ventilatore a velocità variabile, pompa dell'acqua a portata variabile e può essere combinata con numerose e differenti unità interne in base alle particolari esigenze di climatizzazione. La sagoma ribassata, con l'unità ventilante centrifuga o radiale ad alta pressione, permette l'applicazione in controsoffitti e locali tecnici, rendendo AQUACORE la soluzione ideale per: banche, uffici, negozi, ristoranti, ecc.

Mitsubishi Electric

i-FX-Q2-G05 è la nuova unità polivalente full inverter con refrigerante ecologico a basso impatto ambientale (Low GWP)

Dall'esperienza e dal successo delle unità polivalenti INTEGRA, Mitsubishi Electric con il suo brand Climaveneta presenta la nuova i-FX-Q2-G05, unità polivalente a sorgente aria da esterno in grado di produrre acqua calda e refrigerata mediante l'impiego di due circuiti idronici completamente indipendenti.

Clivet

SPHERA per abitazioni mono e plurifamiliari: efficienti, compatte e flessibili

La gamma Clivet si amplia con SPHERA, la nuova famiglia di modelli che rende l’offerta Clivet per il settore Residenziale la più completa e specializzata sul mercato. SPHERA sono le pompe di calore aria-acqua in due sezioni - connesse mediante collegamenti frigoriferi -dedicate alle abitazioni mono e plurifamiliari a basso-medio e alto consumo energetico. Grazie alla tecnologia Full DC inverter del compressore, al ventilatore EC, allo scambiatore a piastre ad alte prestazioni e agli evoluti algoritmi di regolazione, SPHERA è in grado di raggiungere i più alti valori di efficienza sul mercato: Classi A++ e A+++ per la regolamentazione ErP rispettivamente per le pompe di calore ad alta e bassa temperatura. Gli evoluti algoritmi di ottimizzazione e l’accurato dimensionamento della pompa di calore permettono l’utilizzo di SPHERA anche in condizioni estreme: - fino a -20°C di temperatura aria esterna in riscaldamento - fino a +46°C di temperatura aria esterna in raffrescamento - 20°C a +43°C per la produzione di acqua calda sanitaria Le dimensioni dell'unità esterna sono estremamente contenute, ridotte di oltre il 30% rispetto alla serie precedente. L’armadio da incasso di SPHERA-i, installabile in soli 35 cm di profondità, minimizza gli ingombri e ottimizza l’integrazione architettonica. Le dimensioni ancora più compatte della versione SPHERA-B la rendono idonea all’installazione in spazi limitati come all’interno dei pensili della cucina. SPHERA è disponibile in cinque versioni: SPHERA-T Comfort e SPHERA -T Hybrid Pompa di calore in due sezioni composta da unità motocondensante esterna con compressore modulante ad inverter e unità interna a torre con modulo idronico, accumulo sanitario da 280 l (e caldaia a condensazione per modello Hybrid) SPHERA-i Comfort e SPHERA-i Hybrid Pompa di calore in due sezioni composta da unità motocondensante esterna con compressore modulante ad inverter e unità da incasso con modulo idronico, accumulo sanitario da 150 l. (e caldaia a condensazione per modello Hybrid) SPHERA-B Comfort Pompa di calore in due sezioni composta da unità motocondensante esterna con compressore modulante ad inverter e unità interna a BOX con di modulo idronico collegabile ad un accumulo sanitario. Le 5 versioni permettono di soddisfare le diverse esigenze impiantistiche in termini di ingombro, comfort, potenza termica e frigorifera. La vasta gamma di accessori consente di personalizzare l’unità in base a richieste di integrazione con differenti fonti di energia, tipologie installative e impiantistiche.

Olimpia Splendid

Bi2 Wall - il primo terminale idronico da installare a consolle o a parete

L’Azienda bresciana propone una nuova soluzione, tecnologicamente avanzata, ampliando la gamma di ventilconvettori Bi2 : Bi2 Wall, il primo terminale idronico che può essere installato in alto a parete oppure come una macchina consolle. Ideato per climatizzare, deumidificare, riscaldare e filtrare l’aria concentrando tutte le funzioni in appena 12,9 cm di profondità il nuovo Bi2 Wall rappresenta un altro gioiello ultraslim della gamma Olimpia Splendid: è sufficiente ruotare a 180° sia la macchina sia il display retroilluminato a seconda delle esigenze, per coprire con un solo terminale un’installazione a parete oppure come macchina consolle. Disponibile in tre differenti taglie, Bi2 Wall è dotato di ventilatore a tecnologia tangenziale e di motore DC a modulazione continua per garantire consumi minimi, estrema silenziosità e una perfetta distribuzione dell’aria. Inoltre, l’ampio flap garantisce un’ottima diffusione dell’aria e il display retroilluminato un’interfaccia di ultima generazione; il telecomando remoto garantisce l’accesso a tutte le funzioni utente come la regolazione della temperatura di set point, il timer e la selezione sia della modalità di funzionamento sia del programma di ventilazione. Bi2 Wall, per garantire il massimo della qualità e ottimizzare i tempi di installazione viene configurato con le valvole termo statiche a bordo, in 2 versioni : con valvola a 3 vie o con valvola a 2 vie. L’introduzione di Bi2 Wall nella rinomata linea afferma il percorso di crescita e consolidamento di Olimpia Splendid come realtà all’avanguardia che coniuga il massimo dell’efficienza energetica con il miglior design made in italy. Bi2 Wall . Spessore di soli 12,9 cm . Installazione reversibile, high wall o consolle . Display retroilluminato . Design Total flat: nessuna antiestetica griglia frontale. Totale integrazione con l’edificio . Ampio flap motorizzato . Motore brushless DC . Timer . Telecomando remoto in dotazione . Scocca in metallo

Olimpia Splendid

La soluzione impiantistica rinnovabile che regala il massimo del comfort

SiOS® è la soluzione impiantistica rinnovabile di Olimpia Splendid ideale per regalare il massimo del comfort domestico in edifici di nuova realizzazione o in ristrutturazione destinate alla certificazione in elevata classe energetica. Un obiettivo che è stato raggiunto grazie alla perfetta integrazione dei tre elementi che compongono il sistema: le pompe di calore Sherpa®, i terminali della gamma Bi2 e il controllo domotico Aquadue che ne supervisiona e regola il funzionamento. SiOS® è un impianto dalle caratteristiche uniche per efficienza e flessibilità sia rispetto al tradizionale abbinamento impianto di riscaldamento + sistema split, sia rispetto al sistema idronico a ventilconvettori tradizionali o a pavimento radiante. Tre elementi integrati perfettamente per un sistema 100% rinnovabile ed efficiente Il sistema SiOS ha il suo cuore tecnologico nella pompa di calore polivalente Sherpa Aquadue®: grazie alla sua tecnologia brevettata, è la prima in grado di produrre contemporaneamente la climatizzazione a ciclo annuale e l’acqua calda sanitaria. Inoltre, l’acqua calda sanitaria è prodotta ad alta temperatura (fino a 75°C) indipendentemente dalle temperature esterne e nella versione Tower viene stoccata nel boiler integrato. Negli ambienti, il comfort è gestito dai terminali d’impianto della gamma Bi2®, che riscaldano per ventilazione e per irraggiamento raggiungendo più in fretta il calore desiderato e mantenendo la temperatura impostata con un minore dispendio di energia e senza il rumore della ventilazione, mentre nei mesi caldi raffrescano, deumidificano e filtrano l’aria. Inoltre, questi terminali si segnalano per il design unico, i ridotti ingombri (solo 12,9 cm di spessore) e la silenziosità. Aquadue® control, infine, rende possibile l’autoconfigurazione dell’impianto così come la supervisione e gestione di tutte le funzioni comodamente da remoto grazie all’app SiOS®. Le peculiarità dell’impianto SiOS® consentono: - Supervisione e controllo impianto da remoto (PC o smartphone e tablet) - Climatizzazione, Riscaldamento, Produzione e stoccaggio ACS fino a 75°C1 - Comfort totale: climatizzazione e produzione di ACS contemporaneamente1 - Produzione ACS ad alta temperatura garantita indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne e senza necessità di integrazione - Produzione di ACS miscelata a 40°C fino a 3,6 giorni2 - Riscaldamento radiante statico e con la ventilazione forzata - Climatizzazione estiva e deumidificazione - Integrazione e deumidificazione in presenza di pavimento radiante3 Inoltre, come sistema che utilizza esclusivamente risorse rinnovabili - sia per il confort annuale sia per la produzione dell’acqua calda sanitaria - e grazie alla sua classe energetica ERP A+4, SiOS® consente l’accesso sia all’ECOBONUS che al CONTO TERMICO, che rende possibile la detrazione fiscale del 65%.

Altri contenuti su Impianti idronici

Roberto Nidasio

Inchiesta norme EPBD del CEN/TC 228

Si è recentemente conclusa la fase di inchiesta per gran parte delle norme europee di competenza del CEN/ TC 228 “Heating systems and water based cooling systems in buildings” sotto mandato M/480. Tali norme, come ad esempio quelle della serie EN 15316 “Heating systems and water based cooling systems in buildings - Method for calculation of system energy requirements and system efficiencies”, faranno parte del cosiddetto nuovo “pacchetto EPBD”, nato appunto a supporto della Direttiva Europea sulla prestazione energetica degli edifici. In particolare, le norme di competenza del Technical Committee 228 riguardano principalmente gli impianti e i componenti dei sistemi di riscaldamento e raffrescamento idronici.

Mc4SoftwareItalia

Impianti a tubazione - Idronico e idrico-sanitario

Panoramica sui sistemi idrici con un focus sulle modalità di inserimento di un radiatore e forzatura manuale del numero degli elementi o abbattimento della potenza, lasciando che il programma calcoli il numero degli elementi.

Circuito Eiom