Gruppi Frigoriferi

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su Gruppi Frigoriferi.

Filtra contenuti:

Articoli e news su Gruppi Frigoriferi

CGT

Cogenerazione con fotovoltaico integrato e intelligenza artificiale: 2.900 tonnellate/anno di CO2 in meno per Surgital

Con un'attività di revamping, CGT ha permesso a Surgital SpA, storica azienda italiana leader nel settore di pasta fresca surgelata, di salvaguardare parte di un impianto di cogenerazione, riducendo tempi e costi del fermo impianto. Modellato su specifiche esigenze e con una potenza di 4,3 MW, l'impianto produce energia elettrica, termica e frigorifera, con una riduzione di CO2 di quasi 2.000 tonnellate all'anno, che arrivano a 2.900 grazie al nuovo impianto fotovoltaico integrato.

PAOLO COLAIEMMA - Maya - A Yazaki Corporation Japan Joint Venture Company

La produzione periferica di acqua refrigerata in impianti di teleriscaldamento

Recentemente è stata messa sul mercato una nuova serie di macchine frigorifere ad assorbimento di piccola potenza, alimentate ad acqua calda, impieganti come fluido di lavoro una soluzione di acqua e bromuro di litio concepite per l'utilizzo di calore a bassa temperatura, con applicazioni tipiche in impianti di climatizzazione ambientale.

Aermec

NPG, la nuova serie polivalente di Aermec

Aermec presenta la nuova serie NPG, l'unità polivalente che utilizza il gas ecofriendly R32. NPG è la nuova serie di unità polivalenti per la produzione contemporanea e indipendente di acqua calda e fredda che Aermec ha progettato con il refrigerante eco-friendly R32. Questo gas presenta un valore di indice GWP nettamente inferiore rispetto ai tradizionali gas refrigeranti che, abbinato ad una minore quantità necessaria al funzionamento, sensibilmente diminuita grazie ad un'ottimizzazione dei componenti frigoriferi, permette all'unità NPG di concorrere attivamente alla salvaguardia dell'ambiente.

Francesco Fontana - Maya - A Yazaki Corporation Japan Joint Venture Company

Trigenerazione e compressori d'aria

- Efficienza negli usi termici - Recuperi termici: water fired chillers - Ciclo frigorifero ad assorbimento - Recuperi termici: assorbitori - Applicazioni: assorbitori - Trigenerazione classica: assorbitori - I consumi per l'aria compressa nelle aziende - Caso studio: Forno Bonomi - Caso studio: Argo

Danfoss

Il nuovo "Smart Store" getta le basi per i supermercati del 21° secolo

Il nuovo "Smart Store" sarà gestito da Danfoss come centro di sperimentazione per le tecnologie di efficienza energetica. Lo "Smart Store" avrà un'efficienza energetica superiore di circa il 50% rispetto a quella di un comune supermercato dotato di un sistema di refrigerazione a CO2 di prima generazione. Il nuovo supermercato "Smart Store" di Nordborg, Danimarca: - Utilizza fonti energetiche sostenibili - Reimpiega il calore in eccesso prodotto dalle celle frigorifere, riducendo i costi di riscaldamento del supermercato fino al 90%. - Non solo funziona come supermercato, ma è anche un centro di sviluppo per testare nuove tecnologie.

Mouser
Centrica Business Solutions

Efficienza energetica: la trigenerazione per gli inchiostri di stampa

Gestione responsabile dell'energia, riduzione dei costi, attenzione alla sostenibilità: lo stabilimento di Bolzano Vicentino (VI) di hubergroup, uno dei maggiori specialisti internazionali nel settore degli inchiostri da stampa, si colora di efficienza energetica. Grazie all'installazione di un impianto di trigenerazione hydrogenready Centrica Business Solutions, che consente di soddisfare l'84% del fabbisogno frigorifero, il 90% di quello elettrico e il 98% del fabbisogno di acqua calda, l'azienda riesce a ottenere un risparmio netto annuo sui costi attuali del 22%.

CGT

Trigenerazione e produzione industriale

Un impianto di cogenerazione per autoprodurre la maggior parte dell'energia necessaria per il ciclo produttivo: una soluzione su misura con cuore Cat da 1,2 MWe associato a una caldaia di recupero per la produzione di vapore saturo a 13 bar, valorizzando il calore contenuto nei fumi, e un assorbitore frigorifero per produzione di acqua refrigerata.

Francesco Fontana - Maya - A Yazaki Corporation Japan Joint Venture Company

Compressori d'aria e trigenerazione

- YESC: Efficienza negli usi termici; produzione - WATER FIRED CHILLERS: Recuperi termici, ciclo frigorifero ad assorbimento - Assorbitori: recuperi termici, applicazioni - Applicazioni: trigenerazione classica; compressori d'aria - Case study: Bonomi Spa; Argo

Stefano Moscarelli - RSE - Ricerca sul Sistema Energetico

Digitalizzazione ed efficientamento energetico

- Transizione verde e transizione digitale nel nuovo contesto geopolitico - PNIEC: gli obiettivi di riduzione al 2030 e le misure per l'industria - La digitalizzazione. Da Industria 4.0 a Transizione 4.0 - La risposta delle imprese - Caso studio 1 - Ottimizzazione centrali frigorifere nel settore della lavorazione della carne - Caso studio 2 - Le tecnologie digitali e la qualità del prodotto nella produzione della pasta

SATO Europe

Etichettatura nella supply-chain: oltre 70.000 articoli da identificare e tracciare, sei diverse tipologie di gas e un solo modello di stampante

Un case history sull'utilizzo delle stampanti RFID di SATO, adatte per etichette di qualunque forma e spessore. Ottomila eventi in un anno fornendo tavoli, sedie, divani, tovaglie, frigoriferi, forni, casse di bicchieri, piatti e posate con una movimentazione di 3.200.000 pezzi in un anno e un totale di 70.000 oggetti etichettati e identificati univocamente.

Gli ultimi webinar su Gruppi Frigoriferi

Marco Cuttica - TERA AUTOMATION S.R.L.

Cogenerazione a biogas e metano

Il Gas Metano o il Biogas alimentano l'impianto di CHP per produrre: - Energia Elettrica dal generatore del motore endotermico - Energia Termica dal circuito di raffreddamento del motore e dai fumi discarico - Energia Frigorifera con assorbitore a bromuri di litio oppure ad ammoniaca Il biogas nell'industria alimentare. Vettori energetici in assetto cogenerativo e trigenerativo.

Massimiliano Santini - TERA AUTOMATION S.R.L.

Produzione di energia frigorifera da impianti di cogenerazione

Presentazione della tecnologia frigorifera ad assorbimento acqua/ammoniaca AKM per il raffreddamento di fluidi fino a -40°C utilizzando acqua calda o vapore da impianti di cogenerazione.

copertina Guida Idrogeno

L'ultima guida in partnership con La Termotecnica

Altri contenuti su Gruppi Frigoriferi

TERA AUTOMATION S.R.L.

Internet of things: quali sono i vantaggi per il settore industriale?

L'automazione industriale è la radice di tutte le tecnologie più all'avanguardia, dall'IoT all'Intelligenza Artificiale, dal Deep Learning al Digital Twin. Uscita dalle catene di produzione, si è applicata alla vita quotidiana per offrire servizi sempre più precisi e performanti. L'Internet of Things, in particolare, è un percorso unico nello sviluppo tecnologico. Ogni oggetto della nostra realtà quotidiana può acquisire una propria identità nel mondo digitale, dalla macchina al frigorifero, dai semafori ai dispositivi di healthcare.

IBT Connecting Energies

La trigenerazione industriale per il miglioramento dell'efficienza energetica

Con il termine "Trigenerazione", si fa riferimento alla produzione combinata di energia elettrica, termica e di acqua refrigerata; solitamente quest'ultima viene utilizzata negli impianti di condizionamento o nei processi industriali ed è prodotta per mezzo di frigoriferi ad assorbimento. Si tratta dunque di un'estensione delle possibilità offerte dalla cogenerazione, che viene indicata con la sigla inglese CCHP (Combined Cooling, Heating and Power). Noi di IBT Group, insieme ai nostri rinomati partner Capstone Green Energy e Century Corporation, offriamo soluzioni di efficientamento energetico su misura e per diversi settori: ecco, dunque, cosa sapere sulla trigenerazione industriale.

AS.TEC. IMPIANTI S.A.S

Certificazione iso 9001 e f-gas: il valore aggiunto dei servizI

As.Tec. si occupa della manutenzione, dell'installazione e del collaudo di grandi impianti professionali di diversi settori specifici: dalla ristorazione alle lavanderie, dagli ospedali alle case di cura specializzate RSA. L'azienda effettua manutenzioni su cucine professionali di alta gamma (come Zanussi, Electrolux, Molteni), celle frigorifere, griglie, forni e impianti di cottura, lavaggio stoviglie e impastatrici, offrendo un'assistenza tecnica sempre efficace e tempestiva

Massimo Gozzi - Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano

Cosa è la Trigenerazione e come funziona

Alla base del funzionamento di un Co-Trigeneratore sta un motore endotermico (un motore a pistoni, mentre più raramente, per le applicazioni di nostro interesse, una turbina a gas). Il vapore e l'acqua surriscaldata vengono prodotti sfruttando il calore ad a alta temperatura che viene estratto dai fumi di scarico del motore, difficile però da ottenersi in quantità significativa con un motore endotermico. Ben maggiore quantità (più della metà del calore prodotto dall'impianto) deriva dall'acqua di raffreddamento del motore, quindi prossima ai 90°.

Cosimo Loforese - Enel X Italia

Ammodernare e modernizzare un impianto di cogenerazione esistente

La trasformazione del mercato elettrico partendo dalla modernizzazione di un impianto di cogenerazione massimizzandone i benefici. Cogenerazione: tecnologia matura ed affidabile presente e futura. Obiettivi europei di riduzione CO2. La nostra formula: esternalizzare l'asset cogenerativo. Quali sono i benefici per il cliente. Case history 1 - Ridurre la spesa energetica complessiva e gestire in modo ottimale cogeneratore, centrale termica e centrale frigorifera. Case history 2 - Individuare un percorso di efficientamento energetico e comunicare l'impegno verso la sostenibilità ambientale.

Mouser
AB Energy

Trigenerazione per il food and beverage

La trigenerazione è una particolare applicazione dei sistemi di cogenerazione che, oltre a produrre energia elettrica e calore, consente di utilizzare l'energia termica recuperata dalla trasformazione termodinamica anche per produrre energia frigorifera, grazie ad assorbitori che sfruttano il calore per produrre acqua fredda e gelida.

Viessmann

Gas refrigerante R32: tutto quello che c'è da sapere

Dal 2025 per le nuove installazioni sarà obbligatorio scegliere climatizzatori con gas refrigerante R32 a basso effetto serra. Viessmman si è adeguata da tempo con alcuni modelli della sua gamma. I gas refrigeranti che scorrono nei tubi degli impianti di climatizzazione (esattamente come accade nei frigoriferi) ci permettono di raffrescare in estate gli ambienti in cui viviamo. Alle efficaci proprietà termodinamiche, questi gas affiancano, però, alcuni rischi ambientali: se rilasciati in atmosfera, impattano sull'effetto serra, secondo una scala di valori misurata dall'indice GWP (Global Warming Potential). Nel tempo la normativa ha imposto parametri più stringenti e la ricerca da parte dei produttori ha consentito di utilizzare nei climatizzatori gas più "ecologici" con basso GWP. Si tratta di una questione importante, considerando la diffusione sempre più ampia dei sistemi di climatizzazione negli edifici e nelle abitazioni. Oggi i climatizzatori per il settore domestico più evoluti utilizzano il gas refrigerante R32, che garantisce elevate prestazioni con un impatto ambientale estremamente ridotto, in anticipo con quanto richiesto dalle normative europee (che lo renderanno obbligatorio tra qualche tempo). Se si sta scegliendo un nuovo impianto di climatizzazione per la propria casa, vale quindi la pena di considerare anche questo fattore. I vecchi gas refrigeranti e il buco nell'ozono: cosa c'era prima dell'R32? I primi climatizzatori utilizzavano come fluidi refrigeranti i Clorofluorocarburi (CFC, contenuti un tempo anche nelle bombolette spray) e gli Idroclorofluorocarburi (HCFC) come l'R22, che danneggiano lo strato d'ozono presente nella stratosfera, contribuendo ad aumentare l'effetto serra. Dal 2010 è vietata la commercializzazione di climatizzatori con questi gas, anche per gli interventi di manutenzione; al suo posto sono stati introdotti altri fluidi più ecologici come l'R410A (HFC, Idrofluorocarburi). Il refrigerante R410A non è dannoso per lo strato di ozono, ha un GWP più basso e, per questi motivi, negli anni si è affermato come sostituto dell'R22 nei condizionatori ed è tutt'oggi largamente impiegato. In seguito, nel 2014, è stato emanato il regolamento europeo 517 sugli F-Gas (gas fluorurati a effetto serra), che pone un tetto anche alla quantità dei refrigeranti HFC immessa sul mercato e promuove la loro graduale riduzione: il loro consumo dovrà ridursi del 79% rispetto ai valori del 2010. Cosa è il gas refrigerante R32? Il gas R32, in realtà, è già utilizzato da molti anni nel settore della climatizzazione, perché è uno dei componenti del gas R410A (una miscela composta, appunto, il 50% da R32 e per il 50% da R125). Tuttavia, la continua ricerca di nuovi refrigeranti ha portato in tempi più recenti all'utilizzo nei climatizzatori del gas R32 puro: questo fluido garantisce comunque performance molto elevate, ma con un impatto ambientale estremamente ridotto. Il refrigerante R32 è leggermente infiammabile (classe 2L secondo lo standard ISO 817). Anche nel caso di perdita accidentale, la sicurezza è comunque sempre garantita dal livello di concentrazione che si deve mantenere inferiore al limite di infiammabilità: in pratica, gli installatori devono seguire scrupolosamente le istruzioni del produttore e le norme di sicurezza, come avviene per qualsiasi tipo di refrigerante.

massimo vizzotto - ATR Group

La nuova spa che parla con la natura

La nuova SPA Panta Rei di proprietà Baia Holiday, all'interno del Camping Village Cavallino, è un'oasi di benessere, che guarda il blu del mare di Cavallino Treporti, uno dei punti più incontaminati dell'Alto Adriatico. Il clima perfetto è merito di un impianto di ventilazione e deumidificazione dalle doti eccezionali. Si tratta dell'ultima novità E.T., marchio esclusivo di gruppo ATR Castelfranco Veneto Treviso, in grado di mantenere condizioni climatiche interne costantemente piacevoli in tutte le stagioni: il deumidificatore d'aria termodinamico ET-DTP, specifico per climatizzare piscine coperte e centri benessere. Il progetto prevede l'immissione di aria esterna nell'ambiente abbinata a una pompa di calore, che funziona da deumidificatore e a un recuperatore statico che garantisce risparmio energetico durante tutto l'anno, costi di esercizio ridotti, ammortamento del sistema in tempi rapidi, regolazione ottimale di temperatura e di umidità e la possibilità di fornire anche il calore per l'acqua delle vasche. Il deumidificatore termodinamico DTP 07 DF 5 SPECIAL a doppio flusso è completo di circuito frigorifero a pompa di calore, ventilatori plug-fan con controllo elettronico EC, batterie e recuperatore statico trattati electrofin, struttura con pannelli (50 mm) inox per installazione esterna in clima salino e dispositivo di sanificazione SanAir, (tecnologia Bioxigen® sviluppata e testata con la collaborazione del Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanitá Pubblica Laboratorio di Epidemiologia dell'Università di Padova e del Dipartimento Scienze degli Alimenti dell'Universitá degli studi di Udine). La validazione di efficacia del sistema Bioxigen® è riconosciuta da TÜV Profi Cert. Gli attori impegnati, con partecipazione attiva, al progetto e alla sua realizzazione, sono principalmente: Progetto architettonico: Studio di Architettura Associato Aquattro (Arch. Rizzi e Arch. Traverso) Direzione lavori: Studio tecnico Geom. Gustavo Zuppati Progettazione strutturale e D.L. strutture: Ing. Sandro Vanin Progettazione impianti: STT Studio Termo Tecnico Dott. P.I. Simone Rossi - Studio tecnico P.I. Maurizio Florian Progettazione esecutiva e finiture interne: 70% ARCHITETTURA stp - STUDIOCONTRACT srl ------------------------------------------------------------------------------ Per informazioni sulla gamma di prodotti per la climatizzazione e la deumidificazione dei locali piscina e spa, rivolgersi a: gruppo ATR Servizio Tecnico - tel. +39 0423496199 info@gruppoatr.com

Aermec

CPS: la soluzione innovativa per gli impianti idronici a più livelli di temperatura

AERMEC, sempre al passo con i tempi, presenta CPS, la nuova soluzione che rivoluziona il modo di realizzare le centrali termo-frigorifere e che risponde a queste nuove richieste del mercato. Le nuove unità della serie CPS raffrescano, riscaldano a diversi livelli di temperatura e producono acqua calda sanitaria con unità unica ad levata efficienza per applicazioni alberghiere, residenziali, industriali e del terziario.

Maya - A Yazaki Corporation Japan Joint Venture Company

Trigenerazione realizzata con la tecnologia ad assorbimento

La cogenerazione e la trigenerazione sono argomenti di grande attualità. Recentemente sono stati varati provvedimenti normativi e legislativi atti a promuovere l'utilizzo esteso di queste proposte tecnologiche e se ne prevedono di conseguenza importanti sviluppi applicativi. Gli argomenti trattati nel presente lavoro riguardano impianti di piccola cogenerazione, ossia quelli che coprono potenze elettriche fino a 1 MW, che utilizzano allo scopo motori a combustione interna. In particolare verranno considerate le problematiche poste dall' adozione, in accoppiamento ai motori, di assorbitori, apparecchiature queste che permettono la conversione del calore recuperato dal sistema cogenerativo in energia frigorifera atta agli impieghi più vari, quali processi industriali e climatizzazione ambientale. I gruppi utilizzati allo scopo sono caratterizzati da potenze frigorifere fino a 176 kW, sono modulari nella concezione costruttiva e compatibili tra di loro, il che permette installazioni con più unità per coprire livelli di potenza diversi. Per il loro azionamento è possibile utilizzare acqua a temperature assai basse, fra i 70 °C e i 95 °C. Producono acqua a 7 °C, con un'efficienza di conversione del 70%. Di seguito verranno formulati particolari suggerimenti atti ad ottenere il massimo rendimento energetico del sistema combinato. Va peraltro segnalato come questa formula tecnologica, altrimenti denominata trigenerazione, trovi da tempo ampia e proficua diffusione nei paesi del nord Europa, assai attenti ad ogni proposta di uso efficiente dell'energia. La cogenerazione e la trigenerazione Il termine cogenerazione si riferisce alla produzione combinata di calore ed energia elettrica (CHP = Combined Heat and Power) ottenuta impiegando energia primaria. L'energia primaria può essere quella potenziale del gas o del gasolio utilizzata in un motore a combustione interna, che aziona un generatore elettrico. Una gran parte del calore generato dal motore viene recuperata ed impiegata per scopi diversi. In passato, era uso comune installare in loco gruppi elettrogeni, sia per le emergenze - stand by - da utilizzare cioè in caso d' interruzione dell'alimentazione da rete, sia per la produzione dell'energia elettrica necessaria in tutti quei casi in cui questa non era altrimenti disponibile. Allora non si prestava grande attenzione al rendimento complessivo del sistema; la figura 1 illustra l'efficienza caratteristica di una installazione di produzione di energia elettrica, senza alcun recupero del calore dal motore. Gli attuali costi dell'energia primaria, quelli dell'energia elettrica e l'efficienza globale ottenibile con il recupero del calore da un gruppo elettrogeno hanno cambiato completamente l'intero concetto impiantistico adottato, portando alla scelta di soluzioni miranti alla drastica riduzione dei costi. Il rendimento ricavabile su motori, che convertono l'energia meccanica in energia elettrica, è dell'ordine del 32%; ciò in altri termini significa che l'acqua di raffreddamento del motore e i gas prodotti disperdono quasi il 70% dell'energia potenziale del combustibile di alimentazione impiegato. Peraltro, normalmente la possibilità di recupero del calore generato dal motore può risultare dell'ordine del 90%.

Circuito EIOM