Raffinerie

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su Raffinerie.

Gli ultimi articoli e news su Raffinerie

VERSALIS

Versalis: prosegue la trasformazione Eni di Porto Marghera

Versalis conferma la trasformazione delle proprie attività a Porto Marghera e la realizzazione di nuove iniziative industriali sul territorio. Tali iniziative si integrano al piano Eni nelle aree del petrolchimico e della bioraffineria per un totale di oltre 500 milioni di euro di investimenti e hanno l'obiettivo di accelerare la transizione energetica e lo sviluppo della chimica da economia circolare: con la sua realizzazione verranno tagliate oltre 600.000 ton/anno di emissioni di CO2.

Andrea Vercellone

Caso studio: Gas flaring, dispositivi di accensione ATEX

Obiettivo: migliorare l'efficienza per ridurre il numero di FLARES. Dispositivo di accensione: - Semplice; - Sicuro; - Idoneo ad operare in zona atex; - Senza operatore; - Resistente alle sollecitazioni; - Manutenibile in esercizio; - Versatile.

TESI SpA

GAS FLARING: le sfide di oggi e del prossimo futuro per i Dispositivi di Accensione ATEX

L'attenzione nel Gas Flaring è posta sulle fiamme per far sì che non si spengano mai, poiché servono molti processi negli impianti e ne garantiscono la sicurezza. Spegnere una fiaccola significa sempre un'enorme perdita di denaro, ma al tempo stesso anche un impatto ambientale considerevole e uno spreco di risorse tenerne accese molteplici insieme.

ATI Sezione Lombardia

Le bioraffinerie 17 e 24 settembre, 1 ottobre

Il collegamento con la transizione energetica è evidente. Le bioraffinerie rappresentano l'alternativa alle raffinerie che lavorano combustibili fossili. Le raffinerie convenzionali (comb. fossiili) hanno sempre dimensioni ragguardevoli e hanno evidenti impatti sui territori sia negativi che positivi. Le raffinerie convenzionali hanno una struttura simile quindi esperienza ormai notevole in tutto il mondo dell'oil e gas.

Andrea Tomaselli

Cogenerazione industriale e sostenibilità

L'industria manifatturiera rappresenta un punto di forza dell'economia italiana, ed una parte importante di essa è caratterizzata da consumi significativi di energia, sia elettrica che termica. Il calore industriale è spesso caratterizzato da temperature elevate (vapore, acqua surriscaldata, olio diatermico) e da profili continui di utilizzo. Questa energia viene generalmente prodotta tramite combustione di gas naturale. La cogenerazione è ad oggi l'unica tecnologia in grado di soddisfare allo stesso tempo tre requisiti: - Produrre questo calore in linea con le richieste dell'industria manifatturiera (in combinazione con l'energia elettrica distribuita); - Garantire un risparmio di combustibile primario attraverso l'alta efficienza (i.e. -15/-25% di riduzione del combustibile primario), riducendo di conseguenza le emissioni di CO2 e portando vantaggi economici; - Fornire una prospettiva concreta di sostenibilità dove il gas naturale possa essere progressivamente miscelato con vettori energetici rinnovabili quali il biometano e l'idrogeno. È tuttavia forte le domanda da parte dell'industria di raggiungere velocemente maggiori livelli di sostenibilità, senza perdere i vantaggi della cogenerazione.

Giacobbe Braccio

Bioenergia, bioraffineria e chimica verde

La biomassa, definita come qualsiasi materiale organico degradabile (scarti agricoli, coltivazioni dedicate, rifiuti organici etc.) è tra le fonti rinnovabili la più versatile, ricopre un ruolo chiave nella transizione ecologica dell'economia in quanto è in linea con un modello di "economia circolare" basato sul recupero dei prodotti di scarto e dei rifiuti ed il loro reintegro nel ciclo produttivo. In aggiunta agli impieghi tradizionali che ne privilegiano l'utilizzo per la produzione di energia termica ed elettrica, la biomassa può essere impiegata per la produzione di biocarburanti di diverso tipo e come fonte di prodotti chimici green in sostituzione di intermedi fossili. In Italia, tra il 2005 e il 2018, la produzione di energia da fonti rinnovabili è raddoppiata, passando da 10,7 a 21,6 Mtep e coprendo circa il 17,8% del Consumo finale Lordo Nazionale.

Giacomo Rispoli

Bioraffinerie: aspetti tecnici, economici e normativi

Oggi, il mondo sta affrontando molte sfide di grande rilevanza, tra cui gli effetti dell'aumento della popolazione mondiale sulla disponibilità di cibo, energia e acqua. Inoltre, le emissioni di gas a effetto serra (GHG) e vari altri inquinanti rappresentano una grave minaccia per l'umanità a causa del cambiamento climatico da esse indotto e di conseguenza, il divario tra sostenibilità ambientale e crescita economica è in aumento. Pertanto, la necessità di tecnologie sostenibili e di politiche per mitigare il cambiamento climatico fornendo al contempo un approvvigionamento costante di energia per l'industria,i trasporti e gli usi civili, così come la capacità di rifornire l'industria chimica con materie prime sostenibili sono diventate esigenze fondamentali per consentire lo sviluppo delle economie emergenti e il mantenimento degli standard sociali nelle economie consolidate.

Enrico Calzavacca

Il sistema BIOCH4NGE e l'evoluzione degli impianti di biogas cogenerativi

- Il sistema BIOCH4NGE -Upgrading a membrane, soluzione modulare da esterno da 150 Nm3/h a crescere, efficienza di recupero CH4, bassi consumi elettrici, nessun impiego acqua/chemicals - Trend futuri - Biorefinery - BIOCH4NGE 12 - Lombardia

Davide Scaglione

Biometano da acque reflue: l'esperienza di Gruppo CAP

Gruppo CAP, azienda profondamente radicata nel territorio, nasce dai Comuni ed ha come soci oltre 2 milioni di cittadini e come mission quella di gestire il Ciclo Idrico Integrato. La nostra politica sull'economia circolare - la bioraffineria. Risorse disponibili nelle acque reflue. L'impianto di depurazione di Bresso. Biometano - impianto industriale - Bresso.

Antonio Zuorro

Processi innovativi per la produzione di biocombustibili in bioraffinerie green ed ecosostenibili

(in lingua inglese) Microalgae • Are photosynthetic microorganisms capable of accumulating considerable amounts of lipids • Are capable of synthesizing high added value compounds • Do not occupy fertile soil and grow in the most variable water media (fresh water, salt water and waste water) • Growth is non-seasonal Biorefinery Facility to obtain biofuels, energy and high value products through biomass transformation and process equipment. Microalgae in biorefinery • mitigation of greenhouse gas emissions • oil for biofuels • natural fertilizers • high value added compounds • high oil productivity (20%–50% by dry weight basis) Biodiesel from microalgae Cell disruption methods Biological methods: enzymatic pretreatment Chlorella sorokiniana Screening of potentially suitable enzyme preparations Model employed

Gli ultimi webinar e news su Raffinerie

Franco Cotana

Produzione di biomasse: la bioraffineria integrata

Analisi nel dettaglio delle fasi di produzione termica e di biocarburanti da biomasse.

Sandro Cobror

La prima bioraffineria in Italia di scala industriale

La tecnologia PROESA® permette di utilizzare diverse materie prime dagli scarti agrioli alle colture dedicate a seconda della localizzazione geografica. Analisi della tecnologia e focus sui punti chiave.

Marco Fussi

Analisi numerica della combustione di gas a basso potere calorifico per applicazioni a microturbine a gas

Analisi numerica di combustione di gas a basso potere calorifico. L’analisi è stata condotta su due principali geometrie di camera di combustione. La prima è un bruciatore sperimentale da laboratorio adatto allo studio delle proprietà di combustione del singas. Esso è introdotto in camera separatamente rispetto ad una corrente d’aria comburente al fine di realizzare una combustione non-premiscelata diffusiva in presenza di swirl. La seconda presa in considerazione è la camera di combustione anulare installata sulla microturbina a gas Elliott TA 80 per la quale si dispone di un modello installato al banco al fine dell’esecuzione di prove sperimentali. I principali obiettivi conseguiti sono stati la determinazione numerica del campo di moto a freddo su entrambe le geometrie per poi realizzare simulazioni in combustione mediante l’utilizzo di diversi modelli di combustione.

Giuliana D'Imporzano

Biogas e Ambiente: odorosità, emissioni e patogeni

Aree di ricerca, R&S, Biogas e aspetti ambientali, effetti globali BioGas, Mitigazione impatto filiera zootecnica: emissioni metano, effetti locali Biogas, ridurre gli impatti dell’azoto in agricoltura con la filiera Biogas, Esempi. Patogeni, Impatti ambiental LCA studies, Bioraffineria: sistema integrato su base territoriale.

Marco Felli

Efficienza energetica nelle utilities e diagnostica precoce usando gli incentivi (case histories)

Oggi la diagnostica precoce come gli ultrasuoni e la termografia sono indispensabile per garantire efficientamento negli impianti di aria compressa (AIRCHECK) e di vapore (STEAMCHECK) e poter evitare guasti negli impianti elettrici a qualsiasi tensione(ELECTROCHECK).

Altri contenuti su Raffinerie

Franco Cotana

Produzione di biomasse: la bioraffineria integrata

Analisi nel dettaglio delle fasi di produzione termica e di biocarburanti da biomasse.

Sandro Cobror

La prima bioraffineria in Italia di scala industriale

La tecnologia PROESA® permette di utilizzare diverse materie prime dagli scarti agrioli alle colture dedicate a seconda della localizzazione geografica. Analisi della tecnologia e focus sui punti chiave.

Marco Fussi

Analisi numerica della combustione di gas a basso potere calorifico per applicazioni a microturbine a gas

Analisi numerica di combustione di gas a basso potere calorifico. L’analisi è stata condotta su due principali geometrie di camera di combustione. La prima è un bruciatore sperimentale da laboratorio adatto allo studio delle proprietà di combustione del singas. Esso è introdotto in camera separatamente rispetto ad una corrente d’aria comburente al fine di realizzare una combustione non-premiscelata diffusiva in presenza di swirl. La seconda presa in considerazione è la camera di combustione anulare installata sulla microturbina a gas Elliott TA 80 per la quale si dispone di un modello installato al banco al fine dell’esecuzione di prove sperimentali. I principali obiettivi conseguiti sono stati la determinazione numerica del campo di moto a freddo su entrambe le geometrie per poi realizzare simulazioni in combustione mediante l’utilizzo di diversi modelli di combustione.

Giuliana D'Imporzano

Biogas e Ambiente: odorosità, emissioni e patogeni

Aree di ricerca, R&S, Biogas e aspetti ambientali, effetti globali BioGas, Mitigazione impatto filiera zootecnica: emissioni metano, effetti locali Biogas, ridurre gli impatti dell’azoto in agricoltura con la filiera Biogas, Esempi. Patogeni, Impatti ambiental LCA studies, Bioraffineria: sistema integrato su base territoriale.

Circuito Eiom